Piacere, Emma

Leggo cose, scrivo cose, recensisco cose… non sempre in questo ordine.

Il colle che Dante vede è rappresentazione della via (non a caso in salita) che porta dalla presa di coscienza dell’errore alla salvezza, mentre il Sole, che si trova al di là del colle, è simbolo di Dio e dunque indica la salvezza alla fine delle tenebre del peccato e al termine del percorso di purificazione. A questo punto è chiaro come il paesaggio descritto in questo canto (la selva, la piaggia, il colle, il sole alle sue spalle), non appartenga né al mondo terreno né all’Inferno, e sia invece uno spazio completamente astratto e figurato, pura proiezione allegorica degli elementi che caratterizzano la vicenda interiore dell’uomo che prende coscienza di vivere nel

 

 

peccato e tenta di uscirne. Il Proemio, del resto, che fa da prologo non solo alla prima cantica, ma all’intero poema, ha proprio lo scopo di rappresentare le condizioni ideali che ispirano la Commedia e di introdurne la materia, che verrà trattata a partire dal can

to secondo .

Il colle che Dante vede è rappresentazione della via (non a caso in salita) che porta dalla presa di coscienza dell’errore alla salvezza, mentre il Sole, che si trova al di là del colle, è simbolo di Dio e dunque indica la salvezza alla fine delle tenebre del peccato e al termine del percorso di purificazione. A questo punto è chiaro come il paesaggio descritto in questo canto (la selva, la piaggia, il colle, il sole alle sue spalle), non appartenga né al mondo terreno né all’Inferno, e sia invece uno spazio completamente astratto e figurato, pura proiezione allegorica degli elementi che caratterizzano la vicenda interiore dell’uomo che prende coscienza di vivere nel peccato e tenta di uscirne. Il Proemio, del resto, che fa da prologo non solo alla prima cantica, ma all’intero poema, ha proprio lo scopo di rappresentare le condizioni ideali che ispirano la Commedia e di introdurne la materia, che verrà trattata a partire dal canto secondo .